STAMPA DIGITALE

Stampa digitale è un termine generico per identificare un sistema di stampa dove la forma da stampare viene inviata direttaemnte dal pc alla stampante. Per questo motivo si annullano i tempi di attesa caratteristici delle tipologie di stampa tradizionali. Questo tipo di stampa è, però, consigliata per tirature limitate e on-demand, in quanto i costi della singola copia sono molto più alti rispetto alla stampa offset

Per semplificare dividiamo la stampa digitale in due grandi famiglie: piccolo formato e grande formato.

Per piccolo formato in genere si intendono tutte quelle macchine modello “fotocopiatore” che permettono di stampare su un ampia gamma di grammature di carta (dai 70 ai 350 grammi) in quadricromia ma su un formato massimo di 32×45 cm.

Per grande formato si intendono, invece, i grandi plotter sia a rotolo che piani  utilizzati per le stampe di grandi poster (6×3) banner, adesivi, pannelli, bandiere….

Le soluzioni

UN ELENCO DI ALCUNI PRODOTTI REALIZZABILI CON QUESTA TECNICA

  • Etichette adesive
  • Biglietti da visita
  • Biglietti d’auguri
  • Inviti
  • Cartelle di presentazione
  • Cartoline
  • Depliant e Brochure
  • Volantini
  • Pieghevoli
  • Locandine
  • Espositori

Tutti i processi tecnologici innovativi portano inevitabilemte a dei grandi cambiamenti anche nella vita di tutti i giorni: nel 1276  a Fabriano nacquero le prime fabbriche di carta, ottenuta in principio dalla lavorazione degli stracci vecchi. Questo procedimento rimase invariate per circa cinquecento anni e fece nascere una nuova figura professionale, quella del cenciaio o stracciarolo, colui che raccoglieva gli stracci per la produzione della carta. Lo sviluppo della carta si è potuto realizzare anche grazie ad un vezzo della moda, infatti, fu proprio l’introduzione della camicia e degli indumenti intimi che permise la diffusione di capi di lino e che, nel tempo, consentì l’accumulo degli stracci. La domanda nasce spontanea: è nata prima la carta o la mutanda?

  • Adesivi
  • Adesivi prespaziati
  • Poster
  • Manifesti 6×3
  • Pannelli in forex
  • Pannelli in dibond
  • Pannelli in plexiglass
  • Banner  anellati
  • Carta da parati
  • Wrapping auto
  • Wrapping d’interni

Domande frequenti

Quanti colori posso usare?

Non ci sono limiti di colore, possono essere utilizzati tutti i colori della quadricromia, ovvero quelli risultanti dalla fusione dei quattro colori principali della stampa CMYK (Ciano, Magenta, Giallo, Nero) e le rispettive tonalità e sfumature. Non sono considerati colori di quadricromia l’oro, l’argento e il bianco (per ottenere questi colori utilizziamo altre tecniche).

Più copie stampo meno pago?

No! In genere la stampa digitale ha dei costi relativamente bassi ma che rimangono tali nonostante l’aumento della tiratura non avendo questa tecnologia costi di avviamento da ammortizzare. 

Carta patinata o opaca?

Si tratta di una scelta soggettiva, noi consigliamo l’utilizzo della carta opaca per mantenere i colori naturali e ottenere un prodotto più sobrio ed elegante. La carta patinata è utilizzata per avere colori più brillanti e foto più definite.

Quanto tempo devo aspettare per avere le mie stampe?

In genere consegnamo in uno o due giorni, dipende poi dalla mole di lavoro richiesta e dalle commesse in lavorazione al momento dell’ordine.

“Complicare è facile, semplificare è difficile… per complicare basta aggiungere tutto quello che si vuole: colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose.  Tutti sono capaci di complicare. Pochi sono capaci di semplificare”

Bruno Munari (artista e designer)

Share This